Deus Ex Machina incontra Hally & Son

Nasce una capsule firmata Deus che ne porta i tratti, i segni e i valori.

È una contaminazione di cultura ed estetica la capsule collection che nasce dall’incontro tra Hally & Son e Deux Ex Machina.
I brand si combinano e si declinano in una collezione eyewear di 3 modelli e 10 interpretazioni.


In Deus by Hally & Son si respira l’heritage di 60 anni di storia, quella di H&S.
Il finale d’asta rotondo e forato, l’imperfetta disposizione assimetrica delle cerniere, segni distintivi di Hally & Son che ritornano e firmano la capsule.

In Deus by Hally & Son, c’è il sogno di Mr. Hally che volle realiz- zare un occhiale senza tempo, la cui bellezza potesse risplendere di generazione in generazione.

Deus by Hally & Son fa suoi i materiali, le forme e la tecnologia di Hally & Son. Linee classiche e senza tempo, acetati finiti a mano, metalli con trattamenti speciali e tanta tanta passione.
Hally & Son accoglie la cultura di Deus Ex Machina, la interpreta e la racconta. Gli occhiali ne mostrano i segni. I rivetti a forma di bullone sulle montature, il terminale forato anch’esso a forma di dado esagonale a ricordare l’estrazione meccanica del brand e per la prima volta in 60 anni di storia di Hally & Son sull’asta compare un logo: DEUS.

Una contaminazione di forme e di stili danno vita ad una capsule che, oltre ad una sofisticata estetica, porta con sé la cultura della creatività, la bellezza senza tempo, il sapore di artigianato, le cose fatte bene, l’attenzi- one ai dettagli.
Valori condivisi che avvicinano i brand e che la collezione combina in una raccolta di impeccabile qualità, expertise artigianale e spirito creativo.
La collezione è una limited edition, sarà distribuita nei migliori official dealers Hally & Son e all’interno dei “Templi dell’entusi- asmo” Deus Ex Machina.


La collezione
La collezione, presentata e consegnata ai negozi in una esclusiva Couvette, propone 3 modelli interpretati in 10 varianti colore. Tutti i modelli sono caratterizzati dai 3 rivetti a destra e due a sinistra (tratto distintivo di Hally & Son) a forma di bullone, dai terminali traforati (per poter legare un cordino che funge da porta occhiali) e dalla placca copri rivetti con il logo Deus in alto rilievo.

BLACKNELL mod. DH001
È una montatura da vista ma allo stesso tempo un occhiale di protezione da portare sotto il casco per proteggere gli occhi (obbligatorio negli USA).
È un panthos prima maniera, come quelli che usava James Dean. Le lenti sono trasparenti, gialle, con una lieve sfumatura azzurra. A questo modello è abbinato un clip on (Briggs) in metallo satinato con lenti blu.

COLMORE mod. DH500
Inequivocabilmente ispirato agli occhiali da protezione di chi lavora il metallo, questo modello da sole presenta delle ampie e profonde paratie laterali in acetato traforato che creano un effetto griglia.
Le paratie, oltre a rappresentare un virtuosismo artigianale nella lavorazione dell’acetato e ad essere esteticamente molto distinti- ve, hanno anche una funzione realmente pratica: proteggono gli occhi da aria, luce ed elementi come polvere o sassolini che possono essere risucchiati nel vortice della velocità.

RICKMAN DH501
La capsule si cimenta nel più classico degli occhiali da sole: il pilot, la forma però non è banale, anzi è molto ricercata, ricorda i modelli anni ‘30. Dalle linee vintage questa montatura in metallo molto leggera è dotata anche di para sudore.
La contaminazione tra Deus ed Hally & Son su questa montatu- ra porta a particolari trattamenti del metallo tipici del mondo custom.